Our Blog

In continua crescita il trend dei video UGC (User Generated Content) … si moltiplicano le piattaforme come aumentano i cittadini che si sperimentano con l’ informazione “dal basso” fatta con mezzi propri..  spontanea, vitale, fresca, libera, aggiornata.

E’ questo che ne risulta dal rapporto pubblicato oggi promosso da www.altratv.tv (dal sito è possibile scaricare il ducomento), progetto inter-universitario e prima wikipedia sulle nuove forme di web tv nata a Bologna nell’ottobre 2004.

«La nostra ricerca si focalizza sui cittadini videomaker per passione, che raccontano le proprie terre, denunciano ciò che non va, documentano eventi.» Afferma Giampaolo Colletti, Founder di Altra TV e direttore artistico del meeting “Paese che vai”. « In fondo hanno una missione sociale. Con pochi spiccioli e tanta buona volontà inventano finestre informative digitali su territori spesso tralasciati dai media generalisti».

Ma  cosa ci raccontano i video degli internet – citizen (da cui Netizen – Michael Hauben) nostrani? Prevalentemente  informazione (40%), ma anche valorizzazione del territorio (32%), di loro stessi (17%) ma non manca la denuncia (12%).

Quello che manca sono.. i soldi!

Il 43% si autofinanziano, solo una piccola parte guadagna dalla pubblicità (15%). C’è chi riesce ad accedere a finanziamenti pubblici ma quasi un quarto delle emittenti intervistate denuncia l’indifferenza delle istituzioni.

Interessante la “mappatura”, che evidenzia come alcune regioni sono particolarmente “virtuose” come Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Abruzzo, Lazio, Puglia e Sicilia, mentre meno “attive” sono Veneto, Molise, Calabria e Basilicata.

Ecco la cartina:

Netizen 2009 altratv.tv distribuzione

Dato interessantissimo è che ” per il 53% degli intervistati la passione arriva anche laddove non c’è banda larga“: un impegno che va oltre le barriere!!

Il rapporto verrà presentato venerdì 27 novembre in Università IULM a Milano, durante il meeting delle micro web tv, con oltre sessanta canali on line!

Presenti inoltre:  Stefano Pileri (Presidente di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici), Axel Fiacco (MTV), Marco Pratellesi (Corriere.it), Irene Pivetti (Fondazione Learn To Be Free), Carlo Freccero (Rai4), Tommaso Tessarolo (Current), Mirko Paje (Mediaset), Gregorio Paolini e Duccio Forzano.

Iscrizione gratuita obbligatoria su www.paesechevai.tv

Gioia Feliziani

So, what do you think ?