Our Blog

Il trend tecnologico dell’anno? La “realtà aumentata”.

Già in uso in ambiti specifici come quello militare, la realtà aumentata è divenuta di largo pubblico grazie ai miglioramenti tecnologici solo nel 2009 e subito è stata utilizzata per numerose campagne di comunicazione di Brand rinomati come Toyota Lego, Mini, Kellogs, General Electrics, Adidas, cantanti come Eminem Johm Mayer o riviste come Colors, Esquire Magazine o Wallpaper.

Vista sia l’utilità di tale tecnologia, ma anche il forte coinvolgimento emozionale che riesce a creare, oltre che il continuo miglioramento e diffusione delle tecnologie, prevedo un utilizzo in crescere dell’ augmented reality in diversi ambiti: dai servizi all’architettura & Design, dall’educazione alla medicina.. al Marketing e la Comunicazione.

Ma di che cosa si tratta? Ne darò prima una definizione, utilizzando varie fonti informative, e poi riporterò il caso studio Adidas.

Ecco la definizione data da Wikipedia:

La realtà aumentata (in inglese augmented reality, abbreviato AR) è la sovrapposizione di livelli informativi ( elementi virtuali e multimediali, dati geolocalizzati etc) ad un flusso video che riprende la realtà di tutti i giorni. Gli elementi che “aumentano” la realtà possono essere visualizzati attraverso un device mobile, come un telefonino di ultima generazione, (es. l’iPhone 3GS o un telefono Android) o con l’uso di un pc dotato di webcam. Il sovrapporsi di elementii reali e virtuali crea una “Mixed Reality“.

Questo un video esplicativo (Inglese):

Adidas,  ha utilizzato tale tecnologie addirittura sulle linguette delle scarpe da dove, ponendo la calzatura di fronte alla webcam del pc, improvvisamente si ergono palazzi, strade, skateboard, graffiti..  insomma lo street wear!!


Adidas - augmented reality

Adidas - augmented reality

Questo il video della campagna Adidas F50i “Every Team Need Spark”

Adidas Augmented Reality – Every team needs the Spark from Nigel Upchurch on Vimeo.

Si ringrazia per la segnalazione Federico Lodolini.

Gioia Feliziani

8 Comments

So, what do you think ?